La scomparsa dei miei 19 familiari è una prova vivente per i milioni di uiguri che sono stati oggetto di genocidio da parte della Cina

 

Cina ! dove sono i 19 membri della mia famiglia ?

Il mio nome è Abdurehim Gheni. Vivo nei Paesi Bassi con mia moglie e i miei tre figli. Dal 23 maggio 2017, non ho avuto contatti con i miei 19 familiari che vivono nel Turkestan orientale. Non so se sono vivi, o nei “campi di concentramento” o in prigione.

Sto manifestando da solo in Piazza Dam ad Amsterdam dal 23 giugno 2018 per sensibilizzare la popolazione mondiale sulla situazione degli Uiguri, compresa la mia famiglia.

Ho anche manifestato pacificamente di fronte al parlamento olandese, all’ambasciata cinese all’Aia, di fronte alla Torre Eiffel in Francia e all’edificio delle Nazioni Unite a Ginevra. Tuttavia, non ho ancora avuto notizie dalla mia famiglia.

Ho inviato lettere al re dei Paesi Bassi, al primo ministro dei Paesi Bassi e al ministro degli Affari esteri dei Paesi Bassi per avere assistenza per ottenere informazioni sui miei familiari scomparsi.

Per conto mio,il ministro degli Affari esteri dei Paesi Bassi ha contattato l’ambasciata cinese nei Paesi Bassi, che mi ha contattato per ulteriori informazioni sull’identità dei miei familiari. Ho fornito tutti i dettagli che avevo, ma non mi hanno piu’ risposto.

Il 14 agosto 2020, ho protestato da solo davanti all’ambasciata cinese all’Aia per chiedere che le autorità cinesi mi dessero lo status di vita dei miei 19 familiari. Quando sono entrato nel cortile dell’ambasciata per avere la loro risposte, sono stato arrestato dalla polizia olandese e rilasciato due ore dopo con una multa di 1.000 euro.

abdurehim gheni arrested

Il secondo giorno della mia manifestazione davanti all’ambasciata cinese, ho ricevuto una telefonata dal mio fratellino Abdukerim Gheni in Cina, che mi ha detto di chiamare la polizia cinese. Più tardi mi ha richiamato due volte per dirmi che tutti nella mia famiglia stavano bene, ma non mi è stato permesso di parlare con nessuno di loro, solo con Abdukerim.

Il 24 settembre 2020 ho ricevuto una lettera dal ministero olandese degli Affari esteri, che trasmetteva una lettera delle autorità cinesi in cui si informava che cinque membri della mia famiglia erano stati condannati separatamente a 3-16 anni di reclusione per varie accuse e che gli altri membri della mia famiglia “vivono liberamente”.

Ho cercato di parlare con gli altri membri della mia famiglia, ma non sono riuscito a raggiungerli. Anche Abdukerim non mi ha detto cosa è successo agli altri.

Non mi fido di ciò che il governo cinese mi ha detto riguardo la libertà degli altri 14 membri della famiglia.

Se sono davvero liberi, perché le autorità cinesi non permettono ai miei parenti di essere contattati per telefono?

Tragicamente, la mia situazione non è anomala e ciò che è accaduto alla mia famiglia è diventato la norma per la maggior parte delle famiglie uigure del Turkestan orientale.

Chiedo di nuovo al governo cinese ! dove sono i 19 membri della mia famiglia?

19 of my missing family members are the living proof of China’s genocide against Uyghurs! – YouTube